Brand Hero

Lakeland Europe Blog – Italiano

Lakeland Europe Blog Lakeland Europe Blog – Français Lakeland Europe Blog – Deutsch Lakeland Europe Blog – española Lakeland Europe Blog – Italiano Lakeland Europe Blog – Nederlands Lakeland Europe Blog – Polski
 English  Français  Deutsch  española  Italiano  Nederlands  Polski

INFLUENZA AVIARIA e agenti infettivi: Comprensione e chiarimento relativi a test e classificazioni della norma EN 14126

Con le epidemie dell'influenza aviaria attualmente individuate in alcuni paesi europei tra cui il Regno Unito, questa notizia probabilmente si diffonderà ulteriormente all'inizio del 2017 – e noi pubblicheremo la nostra raccomandazione sugli indumenti di protezione adatti subito nell'anno nuovo.

avian flu image hi res.jpgTuttavia, come già avvenuto durante la crisi dell'Ebola due anni fa, rimane un grave fraintendimento in merito ai test e alle classificazioni nell'importante norma EN 14126 (Indumenti per la protezione da agenti infettivi) presso alcuni produttori che pretendono che venga fatto riferimento alla classificazione per il test ISO 16603. Si tratta di un fraintendimento o di un travisamento della norma e nel peggiore dei casi potrebbe avere gravi conseguenze. L'esatta comprensione della norma EN 14126 è importante nella scelta dell'indumento di protezione appropriato e questo blog spiega i fatti.

La norma EN 14126 contiene quattro test pertinenti e classificati e non cinque come alcuni sostengono. I test elencati sono cinque, ma il primo  (ISO 16603) viene utilizzato esclusivamente per indicare un punto di partenza per la conduzione del ‘vero’ test per la protezione da sangue e liquidi organici infetti, l'ISO 16604. La tabella di classificazione per questo si riferisce chiaramente SOLO al test ISO 16604, e non esiste ALCUNA CLASSIFICAZIONE per l'ISO 16603 e pretendere tale classificazione è privo di significato; non si tratta di un test che indichi una prova relativa alla protezione. Pertanto laddove i produttori rivendicano una classificazione conforme all'ISO 16603 si può solo presupporre che si tratti del risultato di un fraintendimento della norma

Se avete dubbi, leggete la citazione in clausola 4.1.4.1 della norma stessa sotto:-

MicroMax-TS in lab.jpg______________________________________________________________

"4.1.4.1 Resistenza ai liquidi contaminati sotto pressione idrostatica

In caso di test conformemente a ISO FDIS 16603 e ISO/FDID 16604 i materiali devono essere classificati secondo i livelli di prestazione forniti in Tabella 1 [non illustrata qui] ottenuti nel test batteriofago (ISO/FDIS 16604).

NOTA: Il test del sangue artificiale (IS/FDIS 16603) viene utilizzato per scopi di screening, cioè per prevedere il livello in cui ci si può aspettare il testo barrato quando si esegue il test batteriofago (ISO/FDIS 16604)”

_______________________________________________________________

Ho evidenziato le frasi chiave ed è abbastanza inequivocabile: la classificazione in Tabella 1 si riferisce ai risultati ottenuti nella ISO 16604 e non nella 16603. Non esiste tabella di classificazione per ISO 16603. Inoltre, la clausola spiega chiaramente che l'ISO 16603 è utilizzata solo per scopi di screening in preparazione della ISO 16604.

Per un'analisi più dettagliata della norma EN 14126 incluso il motivo per cui l'ISO 16603 non è adatta per indicare livelli di protezione, scaricare il documento chiarificatore relativo alla EN 14126 redatto durante la crisi dell'Ebola quando il fraintendimento si è manifestato sul mercato dal link sotto…

http://www.lakeland.com/media/wysiwyg/Europe/EC_Technical_Data_Sheets/Clarification_on_the_EN_14126_standard_Feb_2015.pdf?utm_referrer=http%3A%2F%2Fwww.lakeland.com%2Feurope%2Fresources%2Ftechnical-guides.html

Il nostro documento di raccomandazione per indumenti di protezione per l'influenza aviaria sarà disponibile il prima possibile nel 2017.

 

© 2017 Lakeland Inc. All Rights Reserved.